The New Frontier: nemo profeta…

in patria.

Nome e Cognome: Antonio Lapone
Professione: disegnatore, illustratore, grafico, fumettista rinomato nel circuito franco-belga ed esposto da galleristi accorti tra Svizzera e Francia con una puntatina a Sotheby’s
Nato a: Torino, Italia
Residente a: Bruxelles, Belgio
Conosciuto in Italia: da pochi estimatori

New Frontier: Cover

Che ci dobbiamo fare?

Sembra ridicolo che uno dei maggiori sostenitori del fumetto giapponese tra queste pagine lamenti la mancata conoscenza da parte di pubblico ed editori di un autore nato in Italia, ma alla fine è proprio quello che sta succedendo.
Dal vedere le opere esposte nella cornice del Riminicomix, di cui Antonio Lapone ha disegnato il manifesto di quest anno, a comprare The New Frontier cogliendo poi l’occasione di farselo autografare e dedicare agli stand, è stato un percorso quasi istantaneo (cioè… al netto che tra la mostra e gli stand c’era un chilometrino).

Impossibile negare di trovarsi di fronte ad un professionista completo con una personalità forte ed uno stile ben definito.

Fianco a fianco: l’Affiche di RiminiComix 2019 e il libretto che ne racconta la genesi

Le illustrazioni di The New Frontier celebrano un matrimonio perfetto. Da una parte abbiamo la nuova grafica delle forme e dei colori primitivi che nasce dalla sensibilità degli artisti del primo ‘900 (viene alla mente il poster di Koloman Moser per la XIII esposizione dei Secessionisti Viennesi) e sfonda poi nell’immaginario popolare con la grafica pubblicitaria degli anni ’50  avendo tra i maggiori interpreti “popolari” in Italia il grafico Armando Testa. Dall’altra abbiamo lo stile “ligne claire” franco belga, le sue donne cartoonesche eppure sensuali, spigolose eppure morbidissime ed i suoi uomini dalle geometrie deterministiche, semplici e nette se rappresentano un giovane onesto e poi tanto più mescolate quanto più l’esperienza di vita li complica.

Antonio Lapone: “Welcome to The Future”

A mettere insieme due caratteri apparentemente inconciliabili, votata alla sintesi e alla storia istantanea la prima e verboso sia quando decide di essere serio (quasi pedante) che quando si dà alla caciara il secondo, una ricerca ossessiva di un equilibrio dinamico che fissa personaggi (principalmente donne fatali) sempre tesi verso qualcosa anche quando sembrano rilassarsi.

Antonio Lapone: “The look of love”

Quello che invece il lettore non vedrà (se non appena accennato) in New Frontier è la capacità di fumettista di Lapone, con una storia ormai consolidata di pubblicazioni per vari editori, che si poteva intuire dalle tavole esposte in mostra e che fa sperare che qualche editore accorto (la mia preghiera va alla Bao) decida di provare il colpo con il grande pubblico italiano.

Perchè, oggettivamente, non ci si può lamentare di un pubblico “poco attivo” se non gli si forniscono stimoli vari e di qualità.

Luca Cerutti

"Ma che è sta roba?"

In base ad una direttiva europea ed alle indicazioni del garante privacy, è necessario il consenso prima di conservare cookie nel browser. Continuando a navigare in questo sito si acconsente ad usare cookie anche di terze parti. Se pensate che questa informativa sia inutile, beh, questa è una sensazione abbastanza comune... ma è un obbligo di legge lo stesso. Scusate per il disturbo. Per ulteriori informazioni cliccate qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi