Plundered: lunga vita agli eroi pervertiti!

Diciamocelo, ma quanto fa “anni ’90” un fantasy in piena regola il cui eroe principale, invincibile al limite del gioco truccato, è un maniaco impenitente al punto da imbarazzare pure il lettore?
Un fantasy di risolute ma ingenue donzelle con una missione e di altre risolute, e solo apparentemente sgamate, donzelle con i pugni nelle mani e vestiti sempre più corti di quanto il buon senso avrebbe raccomandato. Sopratutto in presenza di un eroe principale fortissimo ma teleguidato dai suoi ormoni?
Non vi sembra di essere tornati agli anni in cui “corona” faceva solo pensare ad una birra artefatta (e costosa) da temperare con il limone o a Fabrizio Corona?

Che tempi quelli!

Commuove quindi vedere un manga come Plundered che in un momento in cui non si vedeva quasi fantasy che non fosse ambientato “in un altro mondo” dove il/la protagonista “casca” scoprendo di essere stato promosso (salvo poche, pregevoli, eccezioni) a più ganzo della cumpa, decide di rispolverare una ricetta “fantasy liscia” che rievoca un po’ l’indimenticato Bastard!! e molto titoli minori, ma comunque validi, come Cacciatori di Stregoni.

Non è poi male vedere a testi e pennini di questo manga, che tra l’altro ha riscosso un buon successo in patria, quella vecchia conoscenza di Suu Minazuki autore del divertente Sora no Otoshimono (rititolato in Italia, per motivi mai veramente compresi, in Angeloid).

La storia è, ovviamente, piuttosto lineare: in questo mondo fantasy in cui le persone sono “numerate” secondo i successi ottenuti ottemperando a particolari condizioni ed in cui l’azzerarsi del contatore comporta la condanna a sprofondare nell’ “Abisso”, vaga la giovane Hina incaricata dalla madre di trovare “L’asso leggendario”. Impresa per niente facile, visto che Hina non solo non conosce nulla dell’Asso Leggendario, ma non sa nulla neanche di questo mondo e delle sue dure regole.

Pervertito con maschera

Ovviamente sulla sua strada incontrerà uno squallido maniaco ed un valoroso milite ed altrettanto ovviamente uno dei due cercherà di abusare di lei e sottrarle tutto ciò che possiede e l’altro la salverà da una fine orribile. Fin troppo facile indovinare chi fa cosa.

Il personaggio di Hina viene ovviamente comodissimo all’autore per spiegare al lettore “le regole del gioco” anche se questo fa sì che ci sia qualche “momento spiegone” di troppo che rompe un po’ il ritmo. Hinazuki compensa con la sua capacità di tratteggiare le situazioni in maniera inequivocabile ed è sicuramente un piacere vedere che il suo tratto negli anni si è fatto più preciso, anche se questo sembra avergli fatto perdere un po’ di personalità.
Altro dato negativo, che sottrae “punti” a questo manga, quasi fosse uno dei suoi personaggi, è che l’autore sembra essere diventato ancora più risoluto a cercare di togliere il protagonista/eroe/pervertito dal centro dell’attenzione del lettore.
Se in passato questo accadeva presentando il personaggio in versione “super deformed” per quasi più tempo di quanto appariva a dimensione “normale”, qui è invece l’attitudine del protagonista ad indossare inguardabili travestimenti carnevaleschi ad impedire crearsi una impressione che vada oltre a “è l’eroe ed è un pervertito”.

Pervertito senza maschera

Ciononostante c’è nelle premesse, semplici, un certo appeal e l’autore ha dimostrato di riuscire a far crescere una storia da presupposti esili.
Se a questo aggiungiamo che Planet Manga ha mandato il volume in libreria al prezzo promozionale di un (1) euro netto direi che il lettore ha più di un motivo per leggerlo e farsi una sua impressione.

Luca Cerutti

"Ma che è sta roba?"

In base ad una direttiva europea ed alle indicazioni del garante privacy, è necessario il consenso prima di conservare cookie nel browser. Continuando a navigare in questo sito si acconsente ad usare cookie anche di terze parti. Se pensate che questa informativa sia inutile, beh, questa è una sensazione abbastanza comune... ma è un obbligo di legge lo stesso. Scusate per il disturbo. Per ulteriori informazioni cliccate qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi