Franz NeuN: il NoNo clone di Hitler

Il NeuN (scritto proprio così perché diventa un acrostico dell’espressione “NEUronal Nuclei“) in medicina è una proteina omologa al prodotto proteico di un gene che determina il sesso nella specie delle ascaridi (dei vermi trasparenti) ed è un antigene nucleare neuronale comunemente usato come biomarcatore per i neuroni .

Le cover dei primi due volumi di NeuN

Adolf Hitler.

Come non ricordare il magistrale lavoro di Osamu Tezuka, dal titolo: La Storia dei Tre Adolf: Fiction e storia che si intersecano per tessere un arazzo di sangue.
Tsutomu Takahashi, noto per il suo manga poliziesco Jiraishin, per J-Pop nel 2017 ha voluto fare di più: ci racconta la sua storia non di 3, ma dei suoi 13 cloni di Adolf Hitler.

Vi è evidentemente un riferimento al noto romanzo del 1976, The Boys from Brazil, di Ira Levin, tradotto in italiano col titolo I Ragazzi Venuti dal Brasile, da cui fu tratto un film omonimo in cui un notevole Gregory Peck nel ruolo del folle medico nazista Josef Rudolf Mengele, portò avanti il progetto di realizzare 94 cloni di Hitler allo scopo di diffondere nel mondo una schiera di leader politici che coalizzati fra loro avrebbero dato finalmente origine all’oscuro sogno nazista del Terzo Reich.

Il romanzo non arrivava a spiegare come potessero 94 individui, tutti con la mentalità di Hitler, coalizzarsi pacificamente per un progetto comune ma si concentrava sull’infanzia e adolescenza di uno singolo di loro. Il  film a sua volta terminava con uno dei cloni stessi che assassina Mengele, a dimostrazione di come ogni singolo clone fosse disinteressato al progetto comune di unificazione e fosse egocentricamente rivolto a proteggere solo se stesso.

Acht (numero 8) e NeuN (numero 9) fanno conoscenza. Fratelli o cloni?

Tsutomu Takahashi, si ispira evidentemente a questo filone logico ed aggiunge l’idea di un dittatore che non è frutto e quindi prodotto della debolezza etica di un’intera nazione, ma una vera e propria entità sovrannaturale, un oltreuomo o Übermensch (superuomo), per usare un termine caro al filosofo Friedrich Nietzsche che lo introdusse.
Tale oltreuomo avrebbe innata la capacità di tenere sotto il proprio controllo psichico un’intera nazione e dirigerla per mezzo della sua semplice autorità di comando esercitata con la propria mente.

Questa idea di fondo che in qualche modo deresponsabilizza le masse per quello che può accadere in futuro ed è accaduto in passato, è molto allettante per un certo tipo di revisionisti storici. E’ indubbio che certi individui abbiano un carisma più marcato di molte altre persone, ma credere che tutto possa dipendere da un singolo uomo visto come una sorta di divinità oscura è indubbiamente fantascienza. Nel caso del lavoro di Takahashi: fantascienza legata all’eugenetica ed agli esperimenti folli di scienziati nazisti perpetuati su cavie umane.

Così, NeuN, è una miniserie prevista di 6 albi che ci introducono alla conoscenza delle vite di alcuni personaggi fra cui, Franz Neun, un ragazzino biondo che è il nono clone di Hitler, e Theo Becker, abile nelle arti di combattimento e nell’uso di tutte le armi da fuoco, che agisce come suo “wand“: dal tedesco “parete”, “barriera”,  e quindi guardia del corpo.

Incontreremo anche Acht, l’ottavo clone di Hitler e Naomi Reisinger, la sua “wand”, che in questo caso è una giovane di sangue misto (padre tedesco e madre giapponese) abilissima nell’uso delle armi bianche.

Naomi Reisinger e il suo nazi-fashion nipponico. Come giustamente dicono gli anglosassoni: She is Dressed To Kill.

Faremo poi conoscenza del Dottor U, medico pazzo nazista con conoscenze di genetica superiori agli scienziati della sua epoca, nonostante abbia cominciato i suoi esperimenti sugli esseri umani fin dal 1923, poco dopo la fine della Prima Guerra Mondiale all’età di soli 14 anni. Scopriremo il legame fra Dottor U ed il coetaneo Theo Becker con dei flashback fra il 1923 ed il 1940. Un debito che Theo contrasse con Ulrich, sopravvivendo ai tempi della carestia che colpì la Germania stessa dopo la Prima Grande Guerra e che provocò la morte di 160 mila tedeschi.

Infine in questi primi due volumi apprenderemo di un mistero che avvolge le vite di questi cloni e che parte molto prima dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale.

Qualcosa di cui anche loro si accorgeranno poco alla volta. E’ a causa di questo mistero che viene dato ordine da Heinrich Himmler stesso, durante una riunione al Castello di Wewelsburg in Vestfalia, di sterminare tutti i cloni di Hitler. Una sorta di strage degli innocenti ordita allo scopo di eliminare tutta la progenie di Hitler ed apparentemente priva di alcun motivo, dal momento che sono loro stessi ad averli voluti.

La paura dei membri ai vertici del Terzo Reich pare connessa al potere che Franz Neun comincerà a scoprire nel secondo volume di questa miniserie: il potere del Synchronisator, in grado di sincronizzarsi con la realtà circostante e prenderne il controllo anche influenzando le scelte delle persone che lo circondano. Ad esempio ciò che succede convincendo un soldato tedesco a lasciarli andare nonostante lo scopo della missione del soldato fosse proprio assassinarlo. A chi mastica un po’ di riferimenti di fantascienza nerd, questo “potere” ricorda il classico Jedi Mind Trick con cui Obi Wan Kenobi deviava e confondeva gli Stormtrooper dell’Impero.

L’Adolescenza Oscura di Ulrich e Theo.

Ma Franz Neun ha un altro dono: nonostante la sua giovane età è un abilissimo disegnatore. Questo dettaglio contrasta con la figura di Hitler di cui sappiamo storicamente: Adolf Hitler, pur avendo in gioventù desiderato diventare un pittore professionista, vide le sue aspirazioni soppresse ed estinte dalla bocciatura all’esame di ammissione dell’Accademia delle Belle Arti di Vienna. Tutto questo fu scritto da lui stesso nel suo saggio autobiografico Mein Kampf.
Se Franz Neun è un clone di Hitler che ne dovrebbe racchiudere tutte le caratteristiche mentali e psichiche, come mai è in grado di fare qualcosa che il suo “padre putativo” di cui è una copia conforme, non era in grado di fare? Fino a che punto quindi Franz ed Acht sono lo specchio del dittatore e quanto ne sono invece totalmente lontani?

George sa più di quanto non avesse lasciato intendere sul potere dei Synchronisator.

Lo scopriremo nei successivi 4 volumi di NeuN di Tsutomu Takahashi, autore completo dal disegno dinamico e inquietante che ben si appresta all’ambientazione utopica di questa ucronia nazi-fascista con un pizzico di combattimenti di Kung Fu e spade ninja.

Skadoosh, Jawohl

Daniele J. Farah

Io credo che per ogni evento della vita l'individuo possieda un organo che gli consenta di superarlo. Il fumetto diventa un evento insuperabile se ci tocca in quell'organo che ha lo scopo di annichilire tutti gli altri. ... Non datevi pena ... l'ho scritto solo per perturbarvi.

In base ad una direttiva europea ed alle indicazioni del garante privacy, è necessario il consenso prima di conservare cookie nel browser. Continuando a navigare in questo sito si acconsente ad usare cookie anche di terze parti. Se pensate che questa informativa sia inutile, beh, questa è una sensazione abbastanza comune... ma è un obbligo di legge lo stesso. Scusate per il disturbo. Per ulteriori informazioni cliccate qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi