Tex Collezione Storica A Colori (Repubblica)

1° febbraio 2007. In edicola appare il primo numero di una nuova collana di Repubblica, intitolato Il totem misterioso proprio come la primissima striscia dell’eroe più iconico e longevo del fumetto italiano, creato nel 1948 da G.L. Bonelli e Aurelio Galleppini: Tex.

Dopo le collane antologiche pubblicate negli anni dal 2003 al 2005 e le numerose, brevi collane pubblicate nell’anno precedente, Repubblica cambia radicalmente rotta e lancia questa ristampa cronologica, dando il via alla formula Collezione Storica A Colori, presto abbreviata in CSAC, che in seguito verrà applicata anche ad altri fumetti. Il formato è quello già utilizzato nella Serie Oro (brossurato con alette, 18 x 26 cm) ma la grande novità – oltre alla corposa foliazione, oltre 300 pagine – è appunto costituita dall’avvento del colore. Lascio direttamente la parola a Sergio Bonelli, dall’editoriale del n° 1:

“Molti dei lettori di Tex Willer […] resteranno sicuramente stupiti nel trovarsi tra le mani il presente volume. […] fin dall’inizio della mia vita professionale, avevo deciso che il colore rappresentasse […] un evento raro, speciale, un modo per festeggiare un traguardo particolarmente ambìto […] Allora, mi chiederete voi, che cosa ti ha fatto cambiare idea?” Bonelli si lancia in una lunga dissertazione di tre pagine, confessando infine di aver preso atto che le tecnologie di stampa e di colorazione sono migliorate nel corso degli anni e quindi “…di fronte a un esito sempre più convincente [di tali tecnologie], mi sono detto: Perché no? […] Ben venga, dunque, la rivoluzione del colore!”

Alcuni irriducibili difensori del bianco & nero si lanciano in una polemica che, seppur fondata all’inizio (il giallo della camicia di Tex è eccessivamente “sparato” nelle scene notturne), diventa poi abbastanza sterile con gli aggiustamenti apportati alla colorazione in corso d’opera. Ma il dato incontrovertibile è l’enorme, immediato successo di vendita dell’iniziativa: la lunghezza della collana, inizialmente prevista in 50 uscite settimanali, raddoppia ben presto a furor di popolo; in seguito, di prolungamento in prolungamento, la collana si chiude quattro anni e mezzo dopo con il n° 239, che pubblica l’avventura terminata nell’albo mensile 608 apparso in edicola soltanto due mesi prima.

I punti di forza della collana sono numerosi, ma nessuno di essi da solo spiega una cavalcata in edicola così travolgente: le copertine inedite di Claudio Villa, che spesso omaggia i disegnatori ospitati negli albi discostandosi dal suo stile; la curatissima parte redazionale, con gli editoriali di Luca Raffaelli e, soprattutto, la rubrica “Sergio Bonelli racconta…” – a cura di Graziano Frediani – in cui l’editore propone analisi, ricordi e aneddoti legati alla SBE e al mondo del fumetto in generale; l’effetto nostalgia presso la fascia di lettori, diciamo così, “meno giovani” che riscoprono con affetto il personaggio iconico letto anni o decenni prima; il prezzo comunque contenuto (6,90 €) per albi di questo tipo… ma resto del parere che, camicia più o meno gialla a parte, il colore pesi non poco in questo strepitoso successo di pubblico. Parere avvalorato dallo stesso Sergio Bonelli che – nell’editoriale di chiusura della collana, intitolato “Un traguardo a colori!” – non solo commenta la serie appena conclusa ma addirittura rilancia:
“E adesso? mi sono sentito chiedere nelle lettere oppure nei recenti incontri con il pubblico. Adesso come facciamo senza il colore? […] il colore si è insinuato poco a poco […] nelle aspettative di tantissimi lettori che lo considerano, ormai, un irrinunciabile segno dei tempi moderni. Di conseguenza, non mi resta che arrendermi.”

E difatti, fin dalla settimana successiva, inizia una nuova collana CSAC, denominata Tex Speciale, in cui vengono riproposti a colori i cosiddetti Texoni… ma di questa – e di altre iniziative bonelliane a colori pubblicate da Repubblica – parleremo a tempo debito. Qui ricorderò soltanto che la collana viene ripresa il 2 ottobre 2014 per pubblicare gli albi mensili usciti nel frattempo, per poi concludersi definitivamente dopo altre 17 uscite il 22 gennaio 2015, con il n° 256 che pubblica l’avventura terminata nell’albo mensile 648. L’attesa degli appassionati di questa collana per un ulteriore prolungamento che “copra” gli albi mensili usciti dalla fine del 2014 in avanti non è stata colmata (almeno finora), forse anche a causa della rinnovata impostazione editoriale di queste iniziative che, da qualche anno, tendono ad albi di foliazione più contenuta.

PS: pochi giorni dopo aver consegnato il suo ultimo editoriale, Sergio Bonelli accusa problemi di salute che ne causano il decesso il 26 settembre 2011, appena un mese dopo la fine della prima parte della collana. Una perdita enorme per il fumetto italiano.

TEX COLLEZIONE STORICA A COLORI
Repubblica in collaborazione con Sergio Bonelli Editore
256 uscite settimanali
1° febbraio 2007 – 25 agosto 2011 &
2 ottobre 2014 – 25 gennaio 2015

————————
COLLATERALI IN EDICOLA – tutti gli articoli

Marco Gremignai

"Gremignai? Quello che si occupa dei fumetti Bonelli all'estero?" "Eh già... Notevole, per uno che viene da Peccioli"

In base ad una direttiva europea ed alle indicazioni del garante privacy, è necessario il consenso prima di conservare cookie nel browser. Continuando a navigare in questo sito si acconsente ad usare cookie anche di terze parti. Se pensate che questa informativa sia inutile, beh, questa è una sensazione abbastanza comune... ma è un obbligo di legge lo stesso. Scusate per il disturbo. Per ulteriori informazioni cliccate qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi